Xagena Mappa
Medical Meeting
Ematobase.it
Reumabase.it

Una nuova ipotesi sulla sensibilità del test per la ricerca di sangue occulto nelle feci


Le stime della sensibilità del test per la ricerca di sangue occulto nelle feci ( Hemoccult-II ) differiscono ampiamente tra gli studi di screening e portano a conclusioni divergenti sugli effetti degli screening con questo test.

I Ricercatori dell’University Medical Center di Rotterdam, in Olanda, hanno utilizzato modelli di microsimulazione per stimare la durata pre-clinica del tumore colorettale e la sensibilità del test per la ricerca di sangue occulto nelle feci dai dati di 3 studi randomizzati e controllati.
In aggiunta a due ipotesi usuali di sensibilità del test per la ricerca di sangue occulto nelle feci, è stata testata una nuova ipotesi dove le sensibilità è legata allo stadio della diagnosi clinica nella situazione senza screening.

Sono state, pertanto, valutate 3 ipotesi per la sensibilità del test per la ricerca di sangue occulto nelle feci: la sensibilità è la stessa per tutti gli stati preclinici di carcinoma colorettale, la sensibilità aumenta con ciascuno stadio, e la sensibilità è più alta per gli stadi nei quali il tumore sarebbe stato diagnosticato in assenza di screening rispetto agli stadi più precoci.

La bontà del modello è stata valutata confrontando i tassi attesi e osservati di carcinoma del colon e del retto, identificati con lo screening.

L’ipotesi, basata su una maggiore sensibilità nello stadio di diagnosi clinica, si è dimostrata la migliore.
La sensibilità del test per la ricerca di sangue occulto nelle feci è stata del 51% nello stadio di diagnosi clinica e 19% negli stadi più precoci.

La durata media del tumore colorettale preclinico è stata valutata in 6.7 anni.

In conclusione, questa analisi ha fornito elementi a sostegno della lunga durata del carcinoma colorettale; il test per la ricerca di sangue occulto nelle feci è risultato più sensibile nello stadio di diagnosi clinica. ( Xagena2009 )

Lansdorp-Vogelaar I et al, Cancer 2009; 115: 2410-2419


Gastro2009 Diagno2009 Onco2009


Indietro