Xagena Mappa
Medical Meeting
Farmaexplorer.it
Mediexplorer.it

PET/CT con Ga-68 DOTATATE per il rilevamento dei tumori neuroendocrini del tratto gastro-entero-pancreatico e dei siti primari sconosciuti


È in aumento l’incidenza di tumori neuroendocrini ( GEPNET ) gastro-entero-pancreatici, e una accurata stadiazione è importante per la scelta del trattamento appropriato.
L’imaging con Ga-68 DOTATATE ( Gallio-68 DOTATATE ) è un approccio promettente per il rilevamento di GEPNET e potrebbe aiutare nella scelta delle strategie terapeutiche ottimali.

È stata determinata in modo prospettico l'utilità clinica della PET ( tomografia ad emissione di positroni ) / CT ( tomografia computerizzata ) con Ga-68 DOTATATE nel rilevare GEPNET primari e metastatici sconosciuti.

Sono stati arruolati 131 pazienti in uno studio prospettico di pazienti sottoposti a PET/TC con Ga-68 DOTATATE, SPECT ( tomografia computerizzata a emissione di singolo fotone ) / CT con 111 In-pentetreotide e CT multifasica, e/o risonanza magnetica in cieco con test biochimici completi.

L'endpoint primario era l'individuazione di lesioni da ciascun studio di imaging.

L’imaging con PET/CT con Ga-68 DOTATATE ha rilevato il 95.1% delle lesioni con un valore di assorbimento massimo medio standardizzato di 65.4, l'imaging anatomico ha rilevato il 45.3% delle lesioni, e SPECT/CT con 111 In-pentetreotide ha rilevato il 30.9% delle lesioni, con una differenza significativa tra le modalità di imaging ( P minore di 0.001 ).

In 4 pazienti su 14 ( 28.6% ), PET/CT con Ga-68 DOTATATE ha trovato un tumore primario precedentemente sconosciuto, e ha rilevato GEPNET primari, metastasi ai linfonodi e a distanza in modo corretto in 72 lesioni su 113 ( 63.7% ) rispetto all’istopatologia, con il 22.1% e il 38.9% rilevati utilizzando rispettivamente SPECT/CT con 111 In-pentetreotide e l’imaging anatomico.

Sulla base dei risultati con PET/CT con Ga-68 DOTATATE, 43 pazienti su 131 ( 32.8% ) hanno avuto un cambiamento nelle raccomandazioni di gestione.

Nei pazienti con sintomi carcinoidi ma test biochimici negativi, PET/CT con Ga-68 DOTATATE ha rilevato lesioni nel 65.2% dei pazienti, il 40% dei quali non ha avuto rilevazione né con l'imaging anatomico né con SPECT/CT con 111 In-pentetreotide.

In conclusione, l’imaging con PET/CT con Ga-68 DOTATATE ha fornito informazioni importanti per una accurata stadiazione di GEPNET e la selezione di adeguati interventi di trattamento anche in assenza di evidenza biochimica di malattia nei pazienti sintomatici. ( Xagena2016 )

Sadowski SM et al, J Clin Oncol 2016; 34: 588-596

Onco2016 Diagno2016 Gastro2016



Indietro