Xagena Mappa
Medical Meeting
Cardiobase
Gastrobase.it

Performance diagnostica dell’angiografia coronarica mediante tomografia computerizzata a bassa dose di radiazioni


È disponibile una nuova tecnica di imaging non-invasiva per l’arteria coronaria mediante tomografia computerizzata ( TC ) con risparmio della dose di radiazioni.

Uno studio ha riassunto le attuali evidenze circa la capacità dell’angiografia coronarica mediante tomografia computerizzata a basse dosi di escludere la malattia coronarica in adulti sintomatici.

Sono stati esaminati e selezionati studi fino al 2010, che hanno confrontato l’angiografia coronarica prospettica con tomografia computerizzata sincronizzata con l’elettrocardiogramma con l’angiografia coronarica mediante catetere ( lo standard di riferimento ) nei pazienti sintomatici con sospetta malattia coronarica.

Sono stati analizzati 16 studi, che comprendevano 960 pazienti, ( 7 studi a singola sorgente, TC a 64 strati; 4 studi a duplice sorgente, TC a 64 strati; 2 studi a singola sorgente, TC a 320 strati; 1 studio di duplice sorgente, TC a 128 strati; 1 studio a singola sorgente, TC a 128 strati e 1 studio a singola sorgente, TC a 256 strati ).

In media, il 2.4% dei segmenti coronarici arteriosi era di qualità non-diagnostica dell'immagine, e 1 o più segmenti erano non-diagnostici nel 9.5% dei pazienti.

La sensibilità e la specificità a livello di paziente dell’angiografia con tomografia computerizzata sono state, rispettivamente, pari a 1.00 e 0.89.

Le stime, aggregate, a livello di vaso e segmento hanno mostrato una minore sensibilità e una maggiore specificità rispetto alle stime a livello di paziente.

Eterogeneità statisticamente significativa è stata trovata tra gli studi per le stime a livello di vaso e di segmento, che è apparsa essere associata all'indice di massa corporea e alla prevalenza di malattia coronarica, ma non alle caratteristiche dello scanner TC.

Le limitazioni dell’analisi erano il piccolo numero di studi, la metà dei quali proveniva da un unico Centro, e la generalizzabilità dei limiti.

In conclusione, i primi dati disponibili hanno indicato che l’angiografia coronarica con tomografia computerizzata a basso dosaggio corrisponde alla sensibilità dell’angiografia mediante catetere, ha una bassa esposizione alle radiazioni, e rappresenta un’alternativa potenzialmente valida all’angiografia con catetere per scegliere le priorità nei pazienti sintomatici con sospetto clinico di malattia coronarica. ( Xagena2011 )

Wyler von Ballmoos M et al, Ann Intern Med 2011; 154: 413-420


Cardio2011 Diagno2011



Indietro