Xagena Mappa
Medical Meeting
Gastrobase.it
Reumabase.it

Il breath test per la diagnosi non-invasiva di tumore esofageo e dello stomaco


Uno studio di validazione multicentrico ha mostrato che l’analisi dei composti organici volatili ( COV ) del respiro potrebbe permettere di rilevare il tumore esofageo e gastrico.

Allo stato attuale l'unica modalità per diagnosticare il cancro esofageo o il cancro allo stomaco è rappresentata dall'endoscopia.
L’esame endoscopico è costoso, invasivo, ed è associato a rischio di complicazioni.

Il breath test ( test del respiro ) potrebbe essere impiegato come un test non-invasivo di prima linea per ridurre il numero di endoscopie inutili.
Inoltre, potrebbe permettere la diagnosi e il trattamento precoce di queste due forme tumorali, accelerando il, migliorando la sopravvivenza.

I ricercatori hanno ridotto il numero di composti organici volatili, precedentemente identificati da 13 a 5 componenti ( acido butirrico, acido pentanoico e acido esanoico, butanale, e decanale ).
Il test ha mantenuto una sensibilità dell’84% e una specificità dell’88% per il rilevamento del tumore esofageo e del tumore gastrico.

E’stato effettuato uno studio di validazione multicentrico in cieco su 162 pazienti con cancro gastrico o esofageo e su 172 controlli.
I campioni di aria espirata sono stati analizzati mediante spettrometria di massa per determinare l'accuratezza del panel dei 5 composti organici volatili per la diagnosi di cancro dell’esofago e dello stomaco.

E’stato riscontrato che quattro dei cinque composti organici volatili erano significativamente alterati nei pazienti affetti da malattia tumorale rispetto ai controlli.
Dopo aggiustamento per fattori confondenti come età, comorbilità e farmaci, l'associazione tra i composti organici volatili e il tumore esofageo o gastrico si è mantenuta.

Nel complesso, il modello dei 5 composti organici volatili ha permesso di diagnosticare il cancro esofago-gastrico con una sensibilità dell’80% e una specificità dell’81%, corrispondente a una area sotto la curva ROC di 0.85.

Poiché le cellule tumorali sono diverse da quelle sane, producono una diversa miscela di sostanze chimiche. Il test del respiro potrebbe essere in grado di rilevare queste differenze, e di fare diagnosi precoce di malattia tumorale del tratto gastrointestinale superiore.

Questi risultati devono essere convalidati in un campione più ampio di pazienti prima che il test trovi impiego in clinica. ( Xagena2017 )

Fonte: European Cancer Congress, 2017

Onco2017 Gastro2017 Diagno2017



Indietro