Xagena Mappa
Medical Meeting
XagenaNewsletter
Reumabase.it

Identificazione della sindrome di Lynch tra i pazienti con cancro del colon-retto


La sindrome di Lynch è la forma più comune di cancro colorettale ereditario, ed è causata da mutazioni germinali dei geni di riparazione dell'errato appaiamento del DNA ( MMR ).

L'identificazione dei portatori del gene attualmente si basa sulla analisi della linea germinale nei pazienti con tumori MMR-carenti, ma i criteri per selezionare gli individui nei quali deve essere eseguito un test per MMR del tumore non sono chiari.

Per stabilire una strategia altamente sensibile ed efficace per l'identificazione dei portatori di mutazione genica MMR tra probandi di cancro colorettale, è stata eseguita una analisi dei dati complessivi di 4 ampie coorti di probandi con nuova diagnosi di cancro colorettale reclutati tra il 1994 e il 2010 ( n=10.206 ).

Sono state esaminate le caratteristiche personali relative al tumore e le caratteristiche della famiglia, così come l'instabilità dei microsatelliti, tecniche di immunocolorazione per MMR del tumore, e dati dello status mutazionale MMR germinale.

Dei 10.206 probandi con cancro colorettale, 312 ( 3.1% ) erano portatori della mutazione nel gene MMR.

Nelle coorti di popolazione ( n=3671 probandi ), l'approccio di screening universale ( sensibilità, 100%; specificità, 93.0%; resa diagnostica, 2.2% ) è stato superiore all'utilizzo delle linee guida Bethesda ( sensibilità, 87.8%; specificità, 97.5%; resa diagnostica, 2.0%; P minore di 0.001 ), alle raccomandazioni Jerusalem ( sensibilità, 85.4%; specificità, 96.7%; resa diagnostica,1.9%; P minore di 0.001 ), e a una strategia selettiva basata su test MMR del tumore dei casi con tumore del colon e del retto diagnosticato all'età di 70 anni o in età più giovanile, e nei pazienti più anziani che soddisfano le linee guida Bethesda ( sensibilità, 95.1%; specificità, 95.5%; resa diagnostica, 2.1%; P minore di 0.001 ).

Questa strategia selettiva ha perso il 4.9% dei casi di sindrome di Lynch, ma ha portato ad una riduzione del 34.8% dei casi che richiedevano il test MMR del tumore e del 28.6% dei casi da sottoporre ad analisi mutazionale germinale rispetto all'approccio universale.

In conclusione, il test universale MMR del tumore tra i pazienti con carcinoma colorettale ha avuto una sensibilità maggiore per l'identificazione della sindrome di Lynch, rispetto alle strategie alternative multiple, anche se l'aumento della resa diagnostica è stato modesto. ( Xagena2012 )

Moreira L et al, JAMA 2012; 308: 1555-1565

Diagno2012 Onco2012



Indietro