Xagena Mappa
Medical Meeting
Farmaexplorer.it
Pneumobase.it

Due fenotipi clinici nella policitemia vera


La policitemia vera è l'ultima conseguenza fenotipica della mutazione V617F nella Janus chinasi 2 ( codificata dal JAK2 ), ma non è nota la misura in cui questa mutazione influenzi il comportamento delle cellule staminali ematopoietiche CD34+ coinvolte.

È stata analizzata l'espressione genica in cellule CD34+ nel sangue periferico di 19 pazienti con policitemia vera, utilizzando la tecnologia con microarray di oligonucleotidi dopo correzione per il potenziale fattore di confondimento rappresentato dal sesso, dato che le caratteristiche fenotipiche della malattia differiscono tra uomini e donne.

Gli uomini con policitemia vera hanno avuto il doppio dei geni up-regolati o down-regolati rispetto alle donne con policitemia vera, in un confronto dell'espressione genica nei pazienti e nei soggetti sani dello stesso sesso, ma c’erano 102 geni con regolazione differenziale, che era concordante in uomini e donne.
Quando questi geni sono stati utilizzati per la scoperta della classe per mezzo di un clustering gerarchico non-supervisionato, i 19 pazienti sono stati divisi in due gruppi che non differivano in modo significativo per quanto riguarda età, carico allelico JAK2 V617F dei neutrofili, conta dei globuli bianchi, conta piastrinica, o dominanza clonale.

Tuttavia, essi hanno mostrato differenze significative rispetto a durata della malattia; livello di emoglobina; frequenza degli eventi tromboembolici, splenomegalia palpabile e splenectomia; esposizione alla chemioterapia; trasformazione leucemica; sopravvivenza.

Il clustering senza sorveglianza è stato confermato da un approccio supervisionato con l'uso di un classificatore che ha distribuito i 19 pazienti negli stessi due gruppi fenotipici con il 100% di accuratezza.

In conclusione, rimuovendo il sesso come un potenziale fattore di confondimento, è stato identificato un metodo molecolare accurato per la classificazione dei pazienti con policitemia vera in base al comportamento della malattia, indipendentemente dall’allele JAK2V617F, e sono state identificate vie molecolari precedentemente non-riconosciute nella policitemia vera, al di fuori della via canonica JAK2, che possono rappresentare dei bersagli per la terapia mirata. ( Xagena2014 )

Spivak JL et al, N Engl J Med 2014;371:808-817

Onco2014 Emo2014 Diagno2014



Indietro